INFORMAZIONI GENERALI

Chirurgia estetica - GinecomastiaL’intervento per ginecomastia serve ad eliminare sul torace dell’uomo, al di dietro dei capezzoli, il tessuto mammario o adiposo eventualmente presente che simuli la forma di una mammella femminile. L’intervento si effettua con un giorno di ricovero o in day-hospital e dura circa un’ora. Il lavoro e le attività sociali devono essere ridotte per circa 10 giorni dopo l’intervento. Se il lavoro del paziente fosse tale da richiedere un notevole impegno fisico sarà necessario un periodo di convalescenza più lungo. La guida dell’automobile può essere ripresa dopo circa 7 giorni.

PREPARAZIONE PRE-OPERATORIA

Per sottoporsi ad un intervento di ginecomastia è necessario essere in buone condizioni di salute. E’ necessaria una visita preliminare. Un esame clinico, alcuni esami di laboratorio, una radiografia del torace ed un elettrocardiogramma vengono di norma effettuati come preparazione all’intervento. Bisogna evitare di assumere aspirina per 2 settimane prima e 2 settimane dopo l’intervento ( l’aspirina riduce la capacita di coagulazione del sangue e facilita il sanguinamento ).

L’INTERVENTO

L’operazione consiste nella rimozione del tessuto mammario o del tessuto adiposo eccedente dietro il capezzolo. Le incisioni vengono di norma effettuate sul contorno inferiore dell’areola e sono chiuse con una sutura intradermica. Le cicatrici tendono col tempo ad attenuarsi. Se la ginecomastia è costituita solo da tessuto adiposo, questo può essere rimosso anche mediante lipoaspirazione e le incisioni saranno collocate in prossimità del solco sottomammario e sulla linea ascellare anteriore.

TRATTAMENTO POST-OPERATORIO

Un edema (gonfiore) nella regione pettorale è sempre presente dopo l’intervento e inizia a diminuire in terza o quarta giornata fino a scomparire del tutto dopo una ventina di giorni. Una medicazione compressiva è fatta alla fine dell’intervento e viene rimossa dopo 48 – 72 ore per essere sostituita da una fascia elastica che verrà indossata per circa due settimane. La medicazione verrà rimossa dal chirurgo e non deve essere toccata dal paziente prima che ciò avvenga. Le suture saranno rimosse dopo 10 – 15 giorni. E’ consigliabile riposare per i primi due o tre giorni. Docce e bagni saranno consentiti generalmente dopo due settimane. Il dolore è raramente intenso, più comunemente è rappresentato da senso di fastidio, comunque controllabile con i comuni analgesici. Le attività lavorative e sociali saranno limitate per i primi 10 giorni dopo l’intervento. Se l’attività lavorativa richiede un notevole impegno fisico, potrà essere necessario un periodo di riposo più prolungato. E’ prudente evitare la guida dell’automobile nei primi 7 giorni.

POSSIBILI COMPLICANZE

Le complicanze sono rare e generalmente rispondono con prontezza ad un trattamento appropriato senza effetti sfavorevoli sul risultato finale dell’operazione. Se si verifica un sanguinamento dopo l’operazione, il sangue può accumularsi sul torace e potrà richiedere l’apertura di una delle incisioni al fine di rimuovere il sangue accumulato. Le infezioni si verificano molto raramente e generalmente rispondono bene a trattamento antibiotico. La perdita di sensibilità del capezzolo, se si verifica, è generalmente temporanea e si riacquista quasi completamente con il tempo. In rare occasioni può essere permanente.

RIPRESA DELL’ ATTIVITA’ FISICA

L’ attività sportiva potrà essere ripresa dopo 4-6 settimane. La guida dell’automobile, le abituali attività che non comportino notevoli sforzi e l’attività sessuale potranno essere riprese dopo -10.